Prestiti ai dipendenti senza interessi: guida, informazioni, migliori offerte 2022

Indice dei contenuti

Le banche e le società finanziarie di solito pubblicizzano prestiti senza interessi, il che non ha alcun effetto sui richiedenti. Si tratta di prestiti ordinari, ma non comportano altre commissioni o spese. Nella maggior parte dei casi, si tratta di un metodo di finanziamento speciale chiamato credito al consumo. Sono quasi sempre prestiti mirati, quindi il denaro ricevuto è legato a qualche tipo di commissione. Cerchiamo quindi di capire in dettaglio di cosa si tratta e se effettivamente non vengono pagati interessi. I prestiti senza interessi sono molto attraenti per i debitori, perché i prestiti senza interessi consentono ai debitori di ottenere denaro senza pagare rimborsi astronomici. Tuttavia, non tutte le cose luccicanti sono oro, dobbiamo stare molto attenti a cadere nelle trappole o nelle truffe di chi promette di non mantenere le promesse.

Come funzionano gli interessi?

Per prima cosa, bisogna dover capire cos’è l’interesse. Esistono due diversi tassi di interesse per i prestiti:

  • TAN, il tasso di interesse annuo nominale, è il tasso di interesse netto applicabile ai prestiti;
  • TAEG o tasso di interesse annuo effettivo globale è un interesse indicativo che può fornirci maggiori informazioni sul costo totale del prestito. Il tasso di interesse annuo effettivo include il TAN e tutte le spese accessorie del prestito.

Pertanto, se si vuole un prestito senza interessi, assicurati che non ci siano né TAN né TAEG.

Differenza tra senza interessi e tasso zero

Qui, vogliamo ora chiarire un’ulteriore domanda: i prestiti senza interessi e quelli a tasso zero sono la stessa cosa? In effetti, molte persone tendono a utilizzare nomi diversi per riferirsi allo stesso tipo di finanziamento. Tuttavia, le definizioni di questi due termini possono essere diverse. Come vedremo nelle righe seguenti, questa differenza può essere enorme.

  • I prestiti con un tasso zero di solito annullano il TAN, che è il puro interesse del prestito. Tuttavia, senza contare che non ci sono altre spese! In effetti, il TAEG è ancora attivo, il che significa che il richiedente deve sostenere altre spese. Ci viene concesso solo un vero prestito a tasso zero, il che significa che non dovremo pagare alcuna commissione.
  • D’altra parte, se vogliamo prestiti senza interessi, significa che sia TAN che APR non devono esistere.

In ogni caso, questi prestiti si trovano difficilmente, e la maggior parte di essi sono formule create da produttori e grandi rivenditori per far pagare ai clienti prodotti costosi in rate mensili.

Nello specifico del prestito a tasso zero

Come accennato nel prestito a tasso zero, il TAN è scomparso. Ciò significa che la banca non riceverà interessi sui prestiti già pagati. Tuttavia, al richiedente potrebbe essere addebitata una commissione, che possiamo trovare nel TAEG. Si tratta, ad esempio, di costi di commissione o commissioni di procedimenti, oppure di costi assicurativi (se previsti da un prestito). Pertanto, anche se i tassi di interesse non esistono effettivamente, il debitore ha il diritto di pagare molte altre spese. Questa tipologia di prestito viene solitamente utilizzata per facilitare l’acquisto a rate di beni costosi. Ad esempio, questo è il caso di grandi e piccoli elettrodomestici, automobili, ecc. I rivenditori consentono ai clienti di pagare a rate senza addebitare costi operativi aggiuntivi. Tuttavia, il costo della commissione della banca dovrà essere pagato dal debitore.

I prestiti senza interessi possono coprire la trappola, soprattutto se non prestiamo attenzione all’entità del tasso di interesse annuo effettivo. Inoltre non è raro rendersi conto che i prodotti che acquistiamo con questa formula saranno più economici se acquistati con un’unica soluzione.

Infatti, anche in altre occasioni, abbiamo sempre specificato di dover prestare attenzione a questi contratti e all’occorrenza andare da un avvocato che vi saprà indicare e offrire le giuste informazioni relative al contenuto delle diverse clausole, così da non incorrere in errori di cui poi ci pentiremo.

Bisogna fare attenzione al TAEG

Se anche il tasso di interesse annuo effettivo (TAEG) è zero, significa che il prestito è effettivamente gratuito. Ovviamente, coloro che escogitano questa formula potrebbero non trarne beneficio: perché farlo? In questo caso, ci sono due possibilità:

  • I rivenditori sostengono il costo della gestione dei documenti;
  • Ha “gonfiato” il prezzo del prodotto, quindi ha incluso anche le spese accessorie da lui stesso sostenute.

Anche in questa situazione è difficile ritrovarsi in questa situazione. Inoltre, a volte ci sono altri “termini” da firmare nel contratto. Ad esempio, molte banche richiedono quindi ai candidati di aprire un conto corrente con loro, al fine di raccogliere meglio i pagamenti mensili. Ovviamente le spese di manutenzione non sono economiche comprese nel conto! Pertanto, la banca ha presentato un conto corrente i cui costi operativi sono aumentati per compensare la perdita di reddito causata dal tasso di interesse zero.

Il prestito senza interessi: esiste realmente?

In base a quanto detto, ora possiamo rispondere a una domanda fatale: esistono prestiti con tassi di interesse convenienti per i richiedenti? In generale, sì, possiamo trovare queste formule. Non è raro, infatti, trovare promozioni o annunci pubblicitari che promettono tale trattamento. Tuttavia, come abbiamo già notato, nessuno ha fornito nulla, quindi è quasi impossibile pensare di spendere solo 300 euro e dover restituire solo 300 euro (ad esempio). Le banche possono nascondere i costi, costringere i mutuatari a pagare conti correnti e così via. Anche i rivenditori possono svolgere bene il loro ruolo, aumentando così il prezzo dei prodotti. Fate quindi sempre attenzione prima di firmare qualsiasi contratto che offre delle tali promesse, perché non è scontato che ci si possa ritrovare con qualche brutta sorpresa.

Il prestito tra privati che non hanno interessi

Ecco quindi l’ultimo caso che vogliamo analizzare: prestiti tra privati. In questo caso possiamo dire che un prestito può essere ottenuto anche senza interessi. Pertanto, prendendo in prestito tra individui, una piccola somma di denaro può essere ottenuta e poi restituita al prestatore senza pagare troppo. Ci sono ovviamente prestiti tra privati ​​che forniscono interessi. Possiamo trovarlo ovunque su Internet, dove ci sono siti che collegano istituti di credito e debitori. Si tratta di estranei che usano il loro capitale per guadagnare tassi di interesse. Tuttavia, tramite prestiti privati ​​tra amici, conoscenti e parenti, potrebbero non esserci tassi di interesse. Per i prestiti tra privati, l’istituto di credito decide se imporre interessi. In ogni caso, la sua decisione deve essere scritta in una sorta di contratto, ed entrambe le parti devono firmare, anche se sono parenti stretti.

Finanziamento per l’acquisto di un auto senza interessi

Il prestito di cui parliamo è chiaramente finalizzato all’ottenimento di un’auto con le migliori condizioni di finanziamento. Questa possibilità è particolarmente interessante e c’è una forte richiesta nel mercato perché fa aumentare il costo dell’auto nel tempo. In questo modo la macchina può essere pagata in rate mensili, e il numero di mesi della rata dipende dall’importo del finanziamento.

Di solito possiamo scambiare questo termine di pagamento (che possiamo definire “più favorevole”) in cambio di un tasso di interesse. Tuttavia, questo porta inevitabilmente al costo finale dell’auto molto più alto di quanto stimato. Anche se ovviamente in questo caso si tratta del costo dell’acquirente. Poiché non tutto l’importo del finanziamento viene utilizzato per pagare al concessionario, esso include “fette” in modo che la società finanziaria possa ottenere prestiti.

Quindi, questo è per stimolare le vendite e molte persone parlano di acquistare prestiti per auto a tassi di interesse. Cos’è esattamente il finanziamento a interessi zero? Si tratta di un prestito il cui TAN (Tasso di Interesse Nominale Annuale) è effettivamente azzerato. Pertanto, in questo caso, non vi sono effettivamente interessi sul prestito per quell’anno. Alcuni di questi prestiti sono indicati anche come nessun pagamento anticipato o nessun deposito iniziale. La combinazione di questi due aspetti ha portato negli ultimi anni all’introduzione dei cosiddetti prestiti auto a tasso zero e zero anticipo da parte di alcune società finanziarie.

Anche in questo caso fai attenzione al TAEG:

Infatti, solo il contenuto relativo al TAN viene cancellato, ma il contenuto relativo al TAEG non viene cancellato. Quest’ultima, infatti, comprende anche le spese generali, come le assicurazioni e le varie spese di segreteria. Il TAEG, infatti, è in realtà il parametro più utile per determinare la convenienza dei prestiti. In effetti, i cosiddetti prestiti a tasso zero sono solitamente pieni di costi ausiliari, il che alla fine non rende ancora più conveniente l’acquisto mediante finanziamento.

Consigli finali sui prestiti senza interessi

Ciò che consigliamo quando trattiamo di prestiti senza interessi o a tasso zero è sempre quello di fare le dovute valutazione, leggere attentamente i contenuti del contratto e all’occorrenza ricorrere anche ad una consulenza legale, in quanto un avvocato saprà offrire le giuste indicazioni e letture a quelle clausole che in realtà sono di difficile lettura.