Prestiti dipendenti Enel: i migliori di Gennaio 2022, finanziarie, guida

Indice dei contenuti

La guida ai prestiti per i dipendenti dell’ENEL

Le grandi aziende di solito forniscono ai dipendenti un facile accesso al credito, come ENEL, una società italiana che produce e distribuisce energia elettrica, con operazioni in più di 30 paesi e circa 67.000 lavoratori dipendenti.

ENEL mette a disposizione dei propri dipendenti un finanziamenti pacchetto di agevolati per soddisfare una serie di esigenze, come l’acquisto della prima casa, il pagamento delle spese familiari o delle spese legate allo studio dei figli.

L’associazione ARCA che mette a disposizione prestiti per i dipendenti ENEL

ARCA è l’associazione senza scopo di lucro dedicata alla gestione di intrattenimento, sport, attività culturali e servizi finanziari agevolati per i dipendenti dell’ENEL. Gestisce inoltre il fondo FISDE per fornire servizi di tipo sanitario integrativi e rimborsi.

ENEL alloca regolarmente risorse economiche affinché i propri dipendenti possano utilizzare finanziamenti agevolati per far fronte a esigenze economiche di emergenza come problemi familiari o ristrutturazioni e acquisti di alloggi.

L’importo massimo richiedibile dipende dallo scopo ed è di 7.747 euro per gravi necessità domestiche e di famiglia, 5.165 euro per risentimenti, 25.823 euro per le ristrutturazioni e 50.000 euro per l’acquisto o il riscatto di case o immobili.

I prestiti per le rette degli asili nido

ENEL eroga prestiti tramite ARCA attraverso donazioni per il pagamento della custodia dei bambini, cioè gli asili nido. Possono essere inclusi in questa fascia di età i bambini di età inferiore a 3 anni a seconda dei soci ordinari, i figli di soci ordinari che non lavorano più a causa di malattie o infortuni professionali, oppure i figli di soci ordinari deceduti per motivi legati al servizio. concessioni.

Il costo è di 80 euro mensili, o comunque fino al 30% del costo totale, applicabile agli asili nido pubblici e privati. Le candidature devono essere presentate online sul sito web dell’ARCA o sul suo ufficio locale entro delle scadenze ben predeterminate, il quale è bene informarsi sempre sul sito ufficiale per rimanere aggiornato.

I documenti necessari riguardano il codice fiscale del bambino (tessera sanitaria), il certificato di registrazione dell’asilo nido, una copia del pagamento, i documenti di identificazione dei genitori e la legge fiscale e i dettagli del conto bancario di credito.

Il prestito per finalità di tipo familiare per i dipendenti enel

I soci generici di ENEL possono richiedere prestiti per dipendenti e far fronte a gravi esigenze familiari, quali decesso di familiari, calamità naturali, ricollocamento amministrativo, terapia riabilitativa speciale, matrimonio o divorzio di familiari o evidenza di gravi problemi. L’importo massimo richiedibile è di 7.746 euro, e anche se attratti dal fondo di previdenza complementare complementare, devono garantire lo stesso importo attraverso il TFR dovuto. Il periodo massimo di rimborso del prestito è di 60 mesi e l’importo del rimborso mensile non deve superare 1/5 dello stipendio netto. Se il pagamento non viene effettuato e gli arretrati non possono essere recuperati, l’associazione verserà l’importo residuo tramite il fondo di garanzia.

Il prestito per gli immobili: ristrutturare e acquistare

Se i membri ordinari o i loro familiari non hanno almeno il 50% di proprietà abitativa adeguata oltre alla nuda proprietà o non hanno firmato un contratto per tale proprietà prima, possono richiedere un prestito per l’acquisto di una casa. Quando si concedono prestiti, il grado sarà determinato in base al reddito, al numero di familiari, alla presenza di familiari disabili, ai trasferimenti, agli sfratti e agli anni di servizio. Per i soci ordinari e i loro figli, immobili residenziali acquistati da terzi, cooperative, enti pubblici o come prima casa delle loro case, l’importo massimo richiedibile è di 50.000 euro. Per le semplici ristrutturazioni di unità abitative l’importo massimo richiedibile è di 5.164 euro, mentre per i lavori di ristrutturazione l’importo massimo richiedibile è di 25.822 euro.

Per entrare nelle classifiche, devi mostrare il tuo stato di famiglia, dichiarazione alternativa, Cud, e fornire documenti comprovanti che sei responsabile del costo in caso di acquisto del bambino. Per richiedere un finanziamento, invece, è necessario presentare una planimetria di compromesso e una planimetria dell’immobile entro un anno dall’acquisto del permesso di soggiorno e dell’atto di compravendita. Per gli acquisti o trasferimenti da associazioni e organizzazioni, deve essere presentata anche una copia dell’atto costitutivo, una dichiarazione del presidente che conferma il trasferimento o la vendita e una copia della relazione di trasferimento. Per effettuare la ristrutturazione è necessario presentare copia del progetto, licenza edilizia, certificato di proprietà dell’immobile da ristrutturare, certificato di abitabilità, relazione tecnica di avanzamento lavori, attestati di inizio e fine lavori.

Per la ristrutturazione di una casa in affitto è necessario fornire entro tre mesi dalla richiesta del prestito un permesso di costruire, un preventivo dettagliato e una copia della fattura utilizzata per l’acquisto dei materiali e il pagamento. La durata massima di questo tipo di prestito è di 20 anni e il prestito può essere estinto anticipatamente senza pagare alcuna commissione aggiuntiva. I tassi di interesse sono concessi a condizioni preferenziali e l’importo del rimborso mensile non deve superare 1/5 dello stipendio netto. A garanzia del finanziamento è necessario vincolare il TFR ad un importo pari all’importo richiesto, oppure emettere una prima ipoteca sull’immobile a beneficio del datore di lavoro.

Anche per studiare: prestito d’onore

ENEL eroga prestiti a fondo perduto ai soci ordinari tramite ARCA per lo studio di figli a carico, orfani che diventano soci per motivi di servizio, soci che cessano l’attività per malattie professionali o infortuni sul lavoro. Si tratta di finanziamenti a fondo perduto, che possono assumere la forma di contributi o borse di studio, sono validi per studenti delle scuole medie e superiori e università sotto i 30 anni, e sono validi sia per le scuole pubbliche che per quelle private. Per gli studenti della prima e terza media delle medie o superiori professionali, puoi utilizzare la donazione di 250 euro il primo anno e 150 euro il terzo anno.

ARCA offre anche ai soci ordinari una borsa di studio di 250 euro, specifica per gli studenti che hanno conseguito il diploma di scuola media inferiore o hanno studiato in un istituto professionale per almeno tre anni con voto finale. Almeno 75/100 e ha deciso di non proseguire gli studi. Per gli studenti che si sono immatricolati lo scorso anno e hanno conseguito almeno un diploma 85/100 in un liceo pubblico o privato e hanno un corso di almeno tre anni, possono richiedere una borsa di studio di 350 euro.