Prestiti pluriennali garantiti gestione dipendenti pubblici: i migliori di Settembre 2021, finanziarie, guida

Indice dei contenuti

Cerchi un prestito pluriennale garantito? Se sei un dipendente del settore pubblico, del settore statale e / o degli enti locali, puoi beneficiare di condizioni economiche e contrattuali a tassi di interesse preferenziali speciali, riservati ai soggetti iscritti alla gestione unificata dei servizi di credito . Oltre ad essere erogati direttamente dagli enti previdenziali, puoi richiedere anche prodotti di credito a medio e lungo termine a banche e società finanziarie associate e convenzionate a Inps Inpdap. In questa guida vediamo chi è il principale destinatario del prestito pluriennale Inps Inpdap, la tipologia dipende dal beneficiario e dalla durata del piano di ammortamento, dalla finalità della richiesta di questa fattispecie contrattuale, e dalla garanzia concessa in cambio del obbligo del richiedente.

La guida completa ai prestiti pluriennali garantiti

Un prestito pluriennale garantito è un prodotto di credito erogato da Inps ex Inpdap, che può erogare e mettere a disposizione un determinato importo di valuta (importo variabile di capitale finanziario) per consentirti di soddisfare le esigenze, le esigenze, le esigenze personali e familiari dei dipendenti o pensionati. Gestione unificata della società e welfare creditizio. Per poter effettuare i pagamenti tali forme di credito “garantite” e fisse devono rientrare nelle condizioni previste dal “Regolamento Inps Inpdap”.

L’INPS (ex Inpdap) al richiedente, può garantire anche un prestito pluriennale, oppure può richiedere un finanziamento pluriennale presso un istituto convenzionato (quale banca o finanziaria), ed è ” garantito dall’Ente Previdenziale Inps Inddap, mediante distribuzione di un quinto dello stipendio e / o della pensione, e del TFR a garanzia del prestito. In pratica, la garanzia è rappresentata dalla busta paga o pensione e dal TFR.

Chi ne ha diritto?

Il finanziamento pluriennale Inps Inpdap iscritto all’Ufficio Gestione Dipendenti Pubblici è un servizio di credito per dipendenti pubblici e pensionati iscritti alla gestione unificata del credito e dei servizi sociali (fondi di credito). Comprende principalmente le seguenti spese: tramite trattenute Non oltre un quinto dello stipendio o pensione (20% dello stipendio / pensione generato) deve essere rimborsato in rate fisse e mensili. Le categorie di dipendenti del settore pubblico nazionale e / o delle autorità locali che intendono fornire loro prestiti garantiti a lungo termine includono:

  • Dipendenti della Società di Gestione del Fondo del Gruppo Poste Italiane: questo servizio di credito è rivolto ai dipendenti della Società di Poste Italiane e delle società affiliate. I prestiti pluriennali possono essere quinquennali o decennali, e sono erogati entro il limite della quota trasferibile, che è pari ad un quinto dello stipendio netto (un quinto stanziato);
  • Pensionati (distribuzione di un quinto delle pensioni): La distribuzione di un quinto delle pensioni è ovviamente per tutti i pensionati e comprende prestiti erogati da banche o enti autorizzati;
  • Dipendenti gestiti da dipendenti pubblici: questo servizio è riservato ai soli lavoratori che hanno aderito all’ufficio pre-gestione dell’Inpdap, e comprende finanziamenti da società finanziarie approvate dall’INPS.

Quali requisiti bisogna soddisfare secondo il regolamento

Secondo le sanzioni e le norme dei regolamenti pubblicati sul sito dell’agenzia Inps Inpdap, i requisiti necessari per poter richiedere un prestito Inps (ex ipndap) possono essere attribuiti a:

  • Iscritta alla gestione unificata delle prestazioni sociali e creditizie, i fondi della fondazione vengono regolarmente versati ogni anno da pubblici ufficiali,
  • Ha completato almeno quattro anni di servizi del settore pubblico,
  • Ha firmato un contratto di lavoro a lungo termine (tempo indeterminato)
  • Per i dipendenti con contratto di lavoro a tempo determinato, la durata minima richiesta del contratto deve essere di 36 mesi e la durata del prestito non deve superare la durata del piano di ammortamento del prodotto di credito.

La garanzia nei prestiti pluriennali con cessione di un quinto

I prestiti pluriennali destinati ad un quinto dello stipendio e / o della pensione sono prestiti a tasso fisso con rimborsi a rata fissa, ma rispetto ad altre forme di credito, la differenza è che il richiedente non ha rimborsato il pagamento, ma il datore di lavoro lavora per ( Oppure Inps Inpdap per pensionati), e il relativo importo viene detratto direttamente dallo stipendio netto (o pensione). Pertanto, dopo che il quinto rata è stato stanziato nello stipendio e / o pensione, il datore di lavoro è il responsabile del pagamento della rata, e l’associazione che eroga il prestito è il beneficiario; inoltre, quello che chiamiamo un quinto dello stipendio o pensione Capita di indicare il fatto che l’importo dell’ammortamento non può superare il 20% dello stipendio mensile netto.

In questo caso, la garanzia del prodotto di credito non è rappresentata dalla sottoscrizione di un contratto di mutuo (come ipoteca, pegno o garante), ma dal pagamento di fine rapporto del lavoratore o dalla fattura della pensione del beneficiario della pensione di vecchiaia. “creditori e prestatori (banche e / o società finanziarie associate all’INPS)” dal rischio di disoccupazione, infortunio o pericolo di vita, malattia grave o invalidità permanente. Non a caso è possibile prevedere l’acquisto obbligatorio di un’assicurazione rischio vita e / o rischio occupazione per garantire che l’importo del debito residuo possa essere coperto in caso di mancato pagamento e possa superare il TFR accumulato.

I vari tipi di prestiti pluriennali garantiti

Tra i vari tipi di finanziamenti pluriennali garantiti, il “Regolamento Inps Inpdap” prevede che il soggetto possa richiedere finanziamenti a medio e lungo termine, e il piano rateale prevede che la rata possa essere rimborsata entro 60 o 120 mesi. In particolare, comprende due forme di prestito: quinquennale e decennale. Il pagamento della rata mensile non potrà superare un quinto della retribuzione fissa e continuativa corrisposta ai richiedenti di servizi o attività pensionistiche, al netto delle ritenute alla fonte e delle imposte. Per quanto riguarda le condizioni economiche per la richiesta e la promozione dei mutui in questa forma, valgono le seguenti condizioni: tasso di interesse nominale annuo del 3,50%, ritenuta d’acconto delle spese amministrative dello 0,50% e ritenuta alla fonte relativa ai contributi ai fondi di rischio.

Come effettuare la richiesta?

Per richiedere questa forma di prestito garantito è necessario rivolgersi alla banca o finanziaria convenzionata all’ Inps Inpdap, compilare la domanda scaricabile dalla pagina denominata “Modulistica” del sito Inps, allegare tutti i documenti anagrafici e reddituali necessari, tra cui: Prova di assistenza medica Dimostrare la struttura corporea sana del richiedente secondo i requisiti tecnici. DPR 15 895/1950 e tutti i documenti autocertificati variano a seconda del tipo di finanziamento da soddisfare. Le domande presentate dovranno essere visionate e dirette dall’Ufficio Inps Inpdap preposto, dopodiché i canoni del prestito saranno pagati secondo l’ordine cronologico di presentazione, purché rispettino gli standard completi della documentazione pertinente che sono tassativamente richiesti da tempo al tempo.

Prestiti pluriennali quinquennali: 5 anni

Per un prestito pluriennale con piano di ammortamento di 60 (5 anni), la sua destinazione finanziaria e le sue esigenze possono essere attribuite ai seguenti punti:

  • Prestiti per calamità naturali (terremoti, alluvioni, ecc.)
  • Prestito per rapina, furto, incendio,
  • Prestito per finanziare il trasferimento,
  • Prestito per progetto di appartamento per l’edilizia abitativa,
  • Prestiti di manutenzione generale,
  • Prestito per il costo installazione impianto fotovoltaico,
  • Un prestito auto,
  • Un prestito per la nascita o l’adozione di un bambino,
  • Protesi dentarie e prestiti per trattamenti sanitari,
  • Prestiti auto per disabili,
  • Prestiti di malattia,
  • Prestito familiare in caso di morte,
  • Prestito matrimoniale
  • Il finanziamento viene utilizzato per spese di formazione e corsi professionali di laurea. (come ad esempio un prestito d’onore)

Prestito pluriennale decennale: 10 anni

Per un finanziamento pluriennale con piano di ammortamento di 120 (10 anni), la sua destinazione finanziaria e le sue esigenze possono essere attribuite ai seguenti punti:

  • Riscatta prestiti per alloggi sociali e alloggi istituzionali pubblici che sono stati affittati,
  • Prestiti cooperativi per l’acquisto di abitazioni,
  • Prestiti per l’acquisto di abitazioni,
  • Prestiti di manutenzione straordinaria,
  • Prestiti per la costruzione di alloggi,
  • Rimborso anticipato di mutui ipotecari,
  • Il prestito per malattia familiare grave del dichiarante,
  • Prestiti per casi speciali che non rientrano nelle circostanze di cui sopra.

Conclusioni e consigli finali sui prestiti pluriennale per i dipendenti pubblici

Infine ci teniamo a concludere con una serie di accorgimenti che solitamente offriamo ai nostri lettori. Infatti come avete visto i prestiti pluriennali offrono diverse opportunità per il quale richiederlo, quindi il finanziamento può andare a coprire diverse voci di costo. Questo significa che bisogna apporre molta attenzione sulla reale convenienza di questi prestiti.

Non limitarti mai ad osservare un solo prodotto finanziario, inoltre cerca di farti aiutare sempre da una figura professione, il quale può essere un commercialista o un avvocato, in quanto egli può offrire maggiore chiarezza su quelli che sono gli elementi fondamentali dal punto di vista economico, finanziario e soprattutto normativo. Utilizzando questi semplici ma fondamentali accorgimenti, si eviteranno degli errori di cui poi potremmo facilmente pentirci dopo aver effettuato e concluso il contratto per il prestito.